• 1
  • 2
  • 3

I NOSTRI CLIENTI

1.png2.png3.png4.png5.png6.png7.png8.png

verifica impianti messa a terraL' impianto di terra, unitamente ai dispositivi d’interruzione automatica del circuito (Salvavita), rappresenta una delle soluzioni più utilizzate per raggiungere il miglior livello di sicurezza negli impianti elettrici.

Esso consente di connettere direttamente a terra le parti metalliche di apparati elettrici.

La sua principale funzione è quella di disperdere nel terreno correnti elettriche che altrimenti potrebbero farlo attraversando un corpo umano. Ciò può verificarsi a causa di un guasto, in una qualsiasi apparecchiatura, per cui si verifichi un contatto tra i conduttori in tensione e la carcassa metallica dell'apparecchiatura stessa.

L'impianto di messa a terra è composto dai seguenti elementi:

impianto messa terraIl filo conduttore, che segue tutto l'impianto parallelamente ai conduttori di fase e neutro. Esso è collegato tramite morsetti all'alveolo centrale di tutte le prese dell'impianto, nonché a tutti gli apparati aventi struttura metallica che fossero connessi all' impianto senza l'ausilio di presa e spina, cioè in modo diretto. Il conduttore di terra deve essere di colore giallo -verde.

Collettore o nodo di terra: è la morsettiera a cui si collegano i conduttori di terra dei vari rami dell'impianto e da cui parte il conduttore di dimensioni maggiori che va al paletto dispersore di terra.

Il dispersore di terra: è un paletto di rame o acciaio zincato, liscio o a croce che viene conficcato nel terreno, ad una profondità che dipende dalle caratteristiche del suolo. La sua misura in lunghezza quindi può variare a seconda dell'esigenza. Le teste dei paletti con ancorato il morsetto di collegamento, vengono chiuse mediante la posa di pozzetti ispezionabili direttamente su di esse, con il coperchio al livello del terreno. Se vengono posizionati più paletti, essi vanno connessi tra di loro mediante conduttore di sezione adeguata. In prossimità di ogni pozzetto viene posto un cartello che indica la presenza del dispersore al suo interno.


1.jpg10.jpg11.jpg12.jpg13.jpg2.jpg3.jpg4.jpg5.jpg6.jpg7.jpg8.jpg9.jpg